Tutto il bello di 2LAB

Quando guardiamo una fotografia spesso ci chiediamo: “Cosa vuole mostrarmi? E io cosa voglio vedere? Su quale dettaglio o soggetto concentro la mia attenzione?”

Roland Barthes scrive che non siamo sempre noi ad interessarci ad una foto in particolare, non siamo sempre noi ad andare in cerca del dettaglio che cattura la nostra attenzione. Esiste un quid, un punto – anzi, un punctum – un elemento che, partendo dalla scena, “come una freccia mi trafigge”.

La fotografia è da tempo parte indispensabile della nostra vita:

ci da informazioni, ci fa ricordare e, nella maggior parte dei casi, il valore informativo è simile a quello della narrativa… una foto ci racconta.

Racconti sempre diversi e nuovi, interpretabili da molteplici punti di vista.

La fotografia apre le porte della realtà, rendendola tangibile, immobile, disponibile ad essere catturata ancora una volta, e questa volta non dal fotografo ma dall’osservatore.

Oggi tutto esiste per finire in una fotografia.